Che cos’è Chanukkah? Parliamo della festa dell’identità ebraica

Che cos’è Chanukkah? Parliamo della festa dell’identità ebraica

Chanukkah, o Festa delle Luci, è una delle più antiche e conosciute festività ebraiche. Ma il suo significato oltrepassa i confini dell’ebraismo: ricorda a tutti il diritto ad essere diversi. Ci ricorda che dobbiamo tenere accesa la nostra Menorah, e sentirci liberi di pensare e di difendere la nostre idee, perché è questo che definisce gli esseri umani come persone. Lasciamoci illuminare da Chanukkah e scopriamola.

           

Che cos’è Chanukkah?

 

La festa di Chanukkah(in lingua ebraica חנוכה, ḥănukkāh), dal punto di vista storico nasce per ricordare al popolo ebraico la riconsacrazione del Tempio di Gerusalemme, avvenuta nel 165 a.C.

In quel periodo, la Palestina era occupata dai Seleucidi,una dinastia ellenistica (quindi di origine greca) che governava la parte d’oriente dell’impero di Alessandro Magno dopo la sua disgregazione, (Mesopotamia, Persia e Asia Minore), e prima che arrivassero i Romani.

 

Dimenticare la Torah?

 

I Seleucidi, che erano pagani, opprimevano il popolo ebraico impedendogli di professare la propria religione e di osservare la Torah(la Legge dei Padri). Nel Tempio di Gerusalemme, consacrato a Dio, fu innalzata una statua di Giove e si cominciarono ad adorare gli dei della tradizione greca e a celebrare riti pagani.

Gli ebrei che venivano trovati in possesso dei libri sacri o che erano scoperti a praticare la circoncisioneai figli, venivano condannati a morte. Ma alcuni sommi sacerdoti ebrei, guidati daMattatia(capostipite dei Maccabei) decisero di ribellarsi ai tiranni greci, che volevano annullare la loro identità, e avviarono una rivolta.

 

Riaccendere la Menorah

 

Secondo la tradizione ebraica, la festa di Chanukkah fu istituita da Giuda Maccabeo quando, alla fine, la rivolta degli ebrei riuscì ad avere la meglio e il Tempio fu liberato dai pagani. La festa di Chanukkah commemora questo evento e il miracoloche avvenne quando gli ebrei, per riconsacrare a Dio il loro Tempio contaminato dai riti pagani, andarono a cercare l’olio puro, che serviva per riaccendere le luci della grande Menorah,la lampada a sette bracci del Tempio.

 

 

La storia del miracolo della Luce

 

Ma ci fu un problema: si trovò solo una piccola ampolla di olio, che sarebbe bastata per tenere acceso il candelabro, che deve ardere sempre, al massimo per un solo giorno. Ed ecco il miracolo della Luce: la Menorah invece non si spense. Le luci restarono accese per otto giorni: il tempo necessario per procurarsi altro olio. Secondo alcuni, l’ampolla di olio era addirittura vuota, simbolo del Dio che c’è e agisce, anche se non lo vediamo.

 

 

 

Come si festeggia Chanukkah? Ecco quando inizierà nel 2019.

La festa di Chanukkah ricorre di solito nel periodo natalizio dei cristiani, a dicembre, e consiste nell’illuminazione di ogni casa mediante il candelabro rituale. Nel 2019 inizierà il 22 dicembre e terminerà il 30 dicembre.

Il primo giorno si accende la prima candela del Hanukkiah (il candelabro a nove bracci) insieme alloshamash, la candela centrale che si trova più in alto e serve per accendere, giorno per giorno, le altre, a partire da destra.

L’illuminazione delle candele avviene di solito al tramonto ed è accompagnata da una benedizione. La tradizione vuole che l’Hanukkiah sia posizionato davanti a una finestra, così chiunque lo veda potrà ricordare il miracolo di Chanukkah.

 

Tre ricette tipiche per celebrare la Festa delle Luci

 

La tradizione vuole che per Chanukkah si preparino cibi cotti nell’olio, che è uno dei simboli della festa. Tra questi, i caratteristici Latkes, frittelle simili ai pancake a base di patate, cipolle e farina di matzah (il pane non lievitato), che si accompagnano con mousse di mele o panna acida. Per gli amanti dei dolcici sono invece varie specialità, come i Sufganiot,frittelle lievitate simili ai bomboloni, e le ciambellericoperte di zucchero, (tutto ovviamente fritto!).

 

Ecco altre golosissime idee e…Chag Chanukkah sameach a tutti!

 

Il significato universale di Chanukkah

 

Il vero miracolo ricordato dalla Festa delle Luci è la sconfitta di uno dei più potenti eserciti dell’epoca da parte di un piccolo gruppo di ebrei, i Maccabei. È la vittoria di chi difende la propria fede e la propria identitàda chi vorrebbe soffocarla. Per questo ha un significato importante anche oggi, e non solo per gli ebrei: ci ricorda che la libertà di espressioneè uno dei diritti fondamentali dell’essere umano, e che non c’è nulla con cui valga la pena di barattarla, che si sia una minoranza o una maggioranza.

 

Se volete proseguire nella scoperta delle suggestioni e dei significati di questa festa “illuminante”, ecco delle letture per voi!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *