Disturbi alimentari (DCA) nei bambini e nell’età adulta: le paure al confine

giornata nazionale DCA

#Coloriamocidililla contro i disturbi alimentari: le paure al confine tra l’infanzia e l’età adulta

Dal 2012 il 15 marzo di ogni anno è la giornata nazionale dedicata ai disturbi del comportamento alimentare (DCA): il suo simbolo è il fiocchetto lilla. Scopriamo le iniziative di sensibilizzazione e riflessione organizzate quest’anno per provare a comprendere questa malattia e  il disagio di un adolescente che sta oltrepassando il limite verso l’età adulta.

Come nasce il Fiocchetto Lilla?

 

L’iniziativa di sensibilizzazione contro i disturbi del comportamento alimentarenasce da un’idea di Stefano, un padre che ha perso sua figlia Giulia a causa della bulimia. Giulia aveva solo 17 anni.

Il 17 marzo è l’anniversario della sua morte e, dal 2012, è anche la giornata nazionale in cui si vuole parlare di come riconoscere e combattere questi disturbi, che spesso colpiscono gli adolescenti più fragili.

Che cosa sono i disturbi del comportamento alimentare (DCA)?

I disturbi del comportamento alimentare (abbreviato in DCA)sono patologie che tendono ad alterare l’alimentazione quotidianadelle persone in maniera non salutare o opportuna. I più colpiti sono gli adolescenti, soprattutto “le” adolescenti, in cui questi disturbi esasperano dal punto di vista emotivo il rapporto con il cibo.

Alcuni tra i DCA più diffusi sono: anoressia, bulimia, Binge Eating, obesità, EDNOS. Spesso le cause dello svilupparsi di uno di questi disturbi possono essere rintracciate in un cattivo rapporto con se stessi e con il proprio corpo. Qui potete trovare alcune testimonianze.

 

Non solo donne: BED, il disturbo alimentare più diffuso tra i maschi

Ma i disturbi alimentari non sono un problema che riguarda solo le ragazzine, come spesso si pensa. Esiste un DCA che sembra essere molto diffuso tra i maschi:il Binge Eating Disorder (BED),detto anche disturbo da alimentazione incontrollata.

Il BED, favorito da fattori genetici ma soprattutto affettivi e sociali (come esperienze dolorose nell’infanzia), consiste in abbuffatefrequenti, di solito associate a depressione. Sono assenti, però, i comportamenti punitivi tipici dei bulimici, come il vomitoindotto per l’eccessiva assunzione di cibo.

Una tale situazione emotiva spesso sfocia in alcolismo, tossicodipendenzao altri comportamenti devianti come l’autolesionismoe la cleptomania.

 

EDNOS: i disturbi nei limiti da non sottovalutare

I disturbi dell’alimentazione generici, che non si inquadrano in uno specifico profilo clinico, si definiscono EDNOS nella terminologia inglese. Questi disturbi comprendono situazioni simili all’anoressia o alla bulimia, ma alle quali mancano gli elementi richiesti per una diagnosi specifica, e vengono perciò considerate sindromi parzialio disturbi sotto soglia.

Non vanno però sottovalutate, perché, oltre ad essere la spia di un disagio psicologico, possono portare a complicazioni di tipi medico, come diabete e ipertensione.

 

Gli eventi in lilla del 2019

In genere per capire qualcosa in più sui DCA e su come affrontarli: convegni, presentazioni di libri, banchetti informativie in alcune città i monumenti e le fontanesi sono colorati di lilla. Per conoscere tutti gli eventi e saperne di più sui DCA

Il 15 marzo è stata la giornata nazionale del Fiocchetto Lilla

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *